Chi siamo

Casa per la pace la Filanda

La Filanda alla Croce di Casalecchio è quello che resta di un vecchio stabilimento di filatura di canapa e lana che dal 1851 al 1929 ha occupato lavoratori e soprattutto lavoratrici e utilizzato a lungo la forza motrice del canale. Da oltre dieci anni è uno dei servizi del Comune di Casalecchio di Reno, si chiama Casa per la pace ed è gestita dai volontari dell’associazione Percorsi di pace. I volontari si sono dati una organizzazione per gruppi di interesse e organizzano diverse attività. Una delle più recenti e di successo è stata la prima edizione di: Un cammino lungo un giorno dell’aprile 2017.

24 ore (fra sabato 8 e domenica 9) di camminata a staffetta non competitiva fra i cittadini, organizzata per attirare l’attenzione sul tema dell’inclusione delle persone con disabilità, per trattare in specifico di Scuola e disabilità.
In questo modo un po’ insolito, ma efficace, si è attirata l’attenzione su un tema non così in primo piano, si è espresso un gesto di solidarietà verso coloro che sono diversamente abili, attenuato anche solo per un giorno la differenza tra persone, ma è stata anche una festa con tante iniziative, alla quale hanno partecipato in tanti.
Al concetto di diversità Percorsi di pace cerca di proporre, se non di opporre, quello di capacità personali, legate a linguaggi e codici diversi, ma comprensibili e condivisibili nella relazione tra individui.
Il sabato è stato pieno di ragazzini vocianti delle scuole, di giovani genitori, di gruppi di varie associazioni, di carrozzine…, domenica mattina si è presentata sotto l’arco di partenza anche una splendida signora di 100 anni, anzi fra pochi giorni ne compirà 101. È arrivata in auto, ma poi con grinta, appoggiata al suo bastone, da una parte, e al braccio della badante dall’altra, ha percorso il tratto più breve (200 m) del nostro cammino. Bruna, questo il nome della signora, si è poi riposata all’arrivo, tra gli applausi dei presenti, soddisfatta di aver dato la propria testimonianza; invitata al banco del ristoro, ha risposto che a lei serviva un buon caffè, ma del suo bar preferito e ci ha lasciato.
L’iniziativa è stata patrocinata dal Comune di Casalecchio di Reno, organizzata da Associazione Percorsi di pace e Polisportiva G. Masi, in collaborazione con CDH (Centro Documentazione Handicap), Futura e Associazioni D’iDee, con il sostegno di Galileo Ingegneria.
Hanno dato un contributo attivo Associazione Futura, CDH, Casalecchio Insieme, Ortofrutta Giada, C.S.I., Amico Vigile, Atletica UISP, G.E.V. i tanti volontari di Percorsi di pace e della Polisportiva e i cittadini volontariamente disponibili sul posto.
Hanno dato il loro sostegno aiutandoci nelle attività di intrattenimento il gruppo di percussioni Marakatimba, I burattini di Lya, Marco Zollo, il gruppo musicale Archam, Tita Ruggeri, il Coro 100 passi, Il gruppo Fragole e Tempesta, la Pubblica Assistenza Città di Bologna.
Hanno organizzato i banchetti le associazioni: Futura, CDH, Associazione D’iDee, IERFOP, Casa Santa Chiara, Casamasi, Mercatino della solidarietà
Hanno camminato con noi le classi:
1B, 3C, 4A, della scuola primaria XXV Aprile,4D della scuola primaria Viganò,4D della scuola primaria Diana Sabbi di Pianoro
Hanno camminato con noi i gruppi :
Futura, Associazione D’iDee, CDH, IERFOP, Tuttinsieme, Disabili Adulti Bologna, Stelle di Roccia, Arca-Arcobaleno, Gruppo la Chiocciola, Gruppo Nordic della Polisportiva, il gruppo di Villa Angeli, gruppo Giovani escursionismo
Anche se non in forma organizzata, hanno partecipato persone che si possono riferire ai settori della Polisportiva Pallacanestro, Pallavolo, Pattinaggio.
Naturalmente il gruppo più numeroso è stato quello organizzatore cioè il gruppo escursionismo di polisportiva G. Masi e associazione Percorsi di pace.
Dopo un accurato conteggio e togliendo le persone che hanno camminato più volte per mantenere sempre viva la staffetta, i partecipanti sono stati 553.
Dopo la festa abbiamo lavorato e siamo entrati nella parte più importante e impegnativa del nostro progetto.
Il primo passo è stato la presentazione di tre esempi di inclusione scolastica ben riuscita: Andrea esperienza di inserimento portata avanti da Cristina Triani alle scuole XXV Aprile dell’Istituto Comprensivo Croce di Casalecchio; Le diversità regalano sfumature, un percorso di inclusione nel nido d’infanzia Mazzoni (quartiere Savena di Bologna) con Silvia Bassani (mamma, di associazione Futura); e infine Oltre la copertina percorsi di incontro con la diversità attraverso il libro, la scrittura in simboli e la relazione educativa realizzati con la scuola secondaria di 1°grado Saffi (quartiere S.Donato) con Sandra Negri del CDH Centro Documentazione Handicap.
Poi sono state illustrate le esperienze di IERFOP (Istituto Europeo di Ricerca, Orientamento e Formazione Professionale onlus).
E infine per quanto riguarda invece le attività ricreative e culturali integrate, protagonisti siamo stati noi di Percorsi di pace presentando le iniziative di integrazione proposte dall’associazione: il Coro 100 passi, i laboratori teatrale, di disegno e scrittura creativa, attività che hanno la presenza costante di abili e disabili in egual numero.
Anche se la partecipazione a queste iniziative culturali è stata più scarsa che alla festa, la qualità del dibattito è risultata notevole, così come la ricchezza degli interventi di insegnanti, operatori e genitori. Il messaggio è lanciato: l’impegno costante, la sinergia tra forze del territorio, la sensibilità verso l’aggiornamento e la comprensione della situazione ricercata in equipe, danno risultati significativi nell’inclusione delle persone con disabilità.
Per una verifica del lavoro e soprattutto per non disperdere le tante idee
Aspettiamo tutti all’incontro di lunedì 5 giugno prossimo alle ore 20,45 a Casa per la pace
L’invito è rivolto a tutti, a chi ha partecipato e a chi ha idee da mettere sul tavolo per la prossima esperienza, vi aspettiamo.

I gruppi di interesse

Formazione
L’associazione Percorsi di pace collabora con le istituzioni scolastiche del territorio fornendo, grazie ai volontari, attività, iniziative a scuola e con la scuola, propone progetti e supporti a insegnanti e alunni per una formazione propedeutica a una cultura di non violenza e di pace. Il programma Semi di Pace è diventato un importante e consolidato strumento di attività formativa e un programma di riferimento per le scuole del territorio. Insegnanti e genitori trovano in associazione aggiornamento, formazione e supporto per attività da portare in classe o da organizzare insieme.
In associazione si svolge anche un’attività di supporto per situazioni difficili, per favorire l’inserimento di ragazzi con difficoltà.

Disabilità
Questo settore di Percorsi di Pace, non ha la presunzione di occuparsi in modo specifico e tantomeno specialistico di disabilità e integrazione; organizza attività con l’intento di creare gruppi integrati di persone disabili e non, con la convinzione che ognuno ha qualcosa da offrire e da ricevere.
Coro 100 Passi
L’attività del gruppo si svolge con cadenza settimanale da settembre a maggio/giugno e attualmente conta circa 30 partecipanti. Già da parecchi anni l’appuntamento è ogni lunedì in Casa per la Pace dalle 18 alle 20.
Laboratori di teatro – scrittura creativa/poesia – disegno
Ogni laboratorio ha una durata trimestrale e comprende 10 incontri di 2 ore circa, il giovedì dalle 18 alle 20, sempre a Casa per la pace e solitamente conta in media 15 partecipanti.

Mercatino della solidarietà
Uno spazio che mette a disposizione di tutti, con offerta libera, indumenti, biancheria, ecc. che la casa riceve in dono. Il martedì-mercoledì-venerdì pomeriggio è aperta la distribuzione, il lunedì e il giovedì pomeriggio si raccolgono le offerte di materiale. L’iniziativa è nata per promuovere il recupero, il riuso a fini benefici di indumenti e altri oggetti che a qualcuno non servono più, che si scartano perché non rispondono alle proprie esigenze o perché ritenuti non più idonei, ma ancora in buono stato e adatti a essere utilizzati da altri, puliti e in ordine.

Last Minute market
È un progetto volto al recupero di prodotti alimentari perché invenduti o non commercializzabili, e tuttavia idonei all’uso, per destinarli a favore di enti assistenziali del territorio. Casa per la pace distribuisce questi alimenti alle famiglie segnalate dalla assistenza sociale (oggi sono circa novanta), il mercoledì pomeriggio.

Gruppo acquisto solidale (Gas)
Il gruppo organizza acquisti di prodotti alimentari da aziende biologiche, possibilmente della zona, come per esempio la cassetta di frutta e verdura coltivata in Valsamoggia distribuita ogni martedì pomeriggio. Si organizzano anche acquisti stagionali da altre regioni presso cooperative sociali, consegne da piccole aziende casearie a carattere familiare, sempre a produzione bio; conserve di pomodoro con finanziamento preventivo per una catena produttiva pulita e trasparente e un’alternativa reale al caporalato e ai ghetti. Pasticceria siciliana buonissima e certificata Addiopizzo.
Casa per la Pace via Canonici Renani 8 051.6198744
martedì e pomeriggio dalle 15,30 alle 18

Escursionismo
nato da Percorsi di pace e Polisportiva Masi per organizzare escursioni a piedi e promuovere la cultura del cammino come attività piacevole nella natura, che fa bene al fisico e alla mente, adatta a tutti, infatti si organizzano percorsi per ogni voglia ed esigenza.
Il martedì mattina, per percorsi a un ritmo abbastanza sostenuto.
Il giovedì mattina, con poche salite e un ritmo tranquillo.
Il mercoledì mattina per chi nel camminare lento e breve ritrova possibilità di muoversi nel rispetto e nell’ascolto dei propri limiti fisici.
E poi ci sono le escursioni programmate.

Nonviolenza
Si propone di mantenere viva e attuale la cultura della nonviolenza
Serve molto la memoria delle lotte del passato, quanto conoscere le esperienze attuali – nel mondo e nel nostro territorio – di buone pratiche tese a prevenire e a comporre i conflitti. In questo senso mettere in luce le esperienze positive che si fanno, dai Balcani alla Palestina, dall’accoglienza ai migranti al riscatto dei carcerati, significa uscire dal pessimismo, diffondere conoscenza e attrezzare ognuno di noi ad agire positivamente. In particolare ci sta a cuore il tema delle grandi migrazioni, dei conflitti che le producono e dei conflitti che si possono scatenare, anche in casa nostra, se l’accoglienza e soprattutto l’integrazione dei migranti non è adeguatamente preparata. Capire meglio per fare, anche in prima persona.
Organizziamo dibattiti, proiezioni di film, incontri con protagonisti di queste esperienze.

Archivio del manifesto pacifista internazionale grazie al Centro Documentazione Manifesto Pacifista Internazionale – CDMPI.
E’ una raccolta di circa 5000 manifesti, la più grande di manifesti pacifisti al mondo, che raccontano la storia delle idee, dei movimenti, delle lotte per la pace e la nonviolenza degli ultimi 50 anni.
I volontari del gruppo provvedono alle numerose attività di cura, catalogazione, conservazione e valorizzazione dei manifesti pacifisti oltre all’allestimento di mostre tematiche itineranti.

Informazioni a Casa per la Pace via Canonici Renani 8
Tutti i pomeriggi dalle 15,30 alle 18 051.6198744
www.casaperlapacelafilanda.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *